Cacca verde nel neonato: cause, consistenza e odore

0
467
cacca verde neonato
Hosting wordpress a 1€ Hualma

Ciò che un genitore trova sul pannolino del proprio bebè può dire molto sul suo stato di salute. In particolare, la tipologia di cacca espulsa da un bambino dipende dalla sua età, dall’alimentazione che riceve, la quale può essere insufficiente, sovrabbondante o poco digeribile, e dalla sua salute. A questo proposito, perché la popò del neonato può essere verde? Inoltre, le feci verdi che consistenza e odore hanno? Per trovare le risposte a tali domande e, soprattutto, prima di correre dal pediatra o dal medico di famiglia, è d’aiuto leggere i seguenti paragrafi sulla cacca verde nel neonato: cause, consistenza e odore.

Quali possono essere le cause della cacca verde nel neonato?

Di norma, il neonato, termine con cui si indica il bambino nei primi 28 giorni di vita che susseguono al parto, evacua delle feci appiccicose, le quali nell’aspetto e nella consistenza ricordano molto l’olio lubrificante per i motori, di colore verde o bruno-verdognolo. In particolare, la cacca emessa dal neonato nel primo giorno di vita, che viene definita meconio, è corposa, collosa, quasi inodore, di colore nero o nero-verdastro ed è formata dai secreti rilasciati dall’intestino e da tutto ciò che il bebè ha ingerito mentre era ancora nell’utero materno nella fase antecedente alla sua nascita. Ne sono esemplificativi il muco, il liquido amniotico, l’urina e gli scarti cellulari, ad esempio le cellule della pelle.

Al riguardo, si deve notare che per i primi 3 giorni di vita, le feci del neonato mantengono le caratteristiche appena esposte. A partire dal quarto giorno, invece, la popò di transizione dovrebbe presentarsi verde, meno appiccicosa, più molle e semplice da evacuare. Poi, dopo circa una settimana, le feci di transizione divengono feci della fase di allattamento al seno presentandosi simili alla diarrea, cioè liquide, oppure cremose con un odore dolce ma poco intenso e un colore che può variare nella tonalità, per esempio la cacca potrebbe apparire di colore giallo senape, marrone, arancione o verde.

Per ciò che concerne la cacca costantemente verde nel periodo di allattamento al seno, è bene rilevare che, nonostante il colore verde occasionale non debba preoccupare poiché è normale, potrebbe trattarsi di una situazione anomala riconducibile a un certo tipo di problematica risolvibile dal pediatra. Difatti, la cacca verde nel neonato frequente può denotare, ad esempio:

  • Uno squilibrio del latte materno;
  • Una patologia del bebè;
  • Una sensibilità alimentare della madre, per esempio ai latticini, che rende il latte materno poco digeribile per il bambino;
  • L’assunzione di particolari farmaci da parte della genitrice;
  • L’ossidazione della cacca se non si cambia spesso il pannolino perché non si percepisce un cattivo odore;
  • La vaccinazione del neonato, ma in realtà è un problema relativo ai lattanti, cioè i bimbi che hanno superato le prime 4 settimane di vita dopo il parto;
  • La terapia a base di ferro prescritta ai bebè prematuri;
  • Una dieta materna incentrata sui cibi vegetali verdi, per esempio gli spinaci;
  • L’ingestione di un colorante verde da parte della genitrice, ad esempio la clorofilla contenuta in alcuni supplementi alimentari;
  • La dentizione, che, però, riguarda i bimbi di almeno 5 mesi.

Quali sono le caratteristiche della consistenza e dell’odore della cacca verde nel neonato?

Come precedentemente precisato, la cacca verde nel neonato durante il periodo di allattamento al seno non presenta quasi odore, la consistenza è cremosa o simile alla diarrea e il suo colore verde non deve destare alcuna preoccupazione se non è troppo frequente. Tuttavia, in merito alla consistenza e all’odore della cacca verde nel neonato, è opportuno mettere in evidenza che la loro anomalia può dipendere da alcuni particolare problemi di salute del bebè o dal comportamento della madre, ad esempio:

  • Le feci verdi abbondanti, liquide, mucose, puzzolenti e, talvolta, con presenza di sangue si ricollegano ad un’intolleranza alimentare del bimbo dovuta al consumo della madre di alcuni cibi cui è sensibile, per esempio i prodotti lattiero – caseari ottenuti utilizzando il latte vaccino. Al riguardo, in tale situazione il neonato può presentare flatulenza, mal di pancia e infiammazioni della pelle;
  • Le feci schiumose, acquose e verdi si ricollegano allo squilibrio del latte materno e ai sintomi di sovraccarico di lattosio nel bimbo che riceve troppo nutrimento;
  • La cacca verde e mucosa può indicare un raffreddore o un virus intestinale del bebè;
  • La popò verde in minime quantità può indicare un’assunzione insufficiente di latte, pertanto, il bimbo non aumenta di peso ed è piuttosto assonnato e irritabile.

Infine, per terminare l’articolo appena trattato sulla cacca verde nel neonato: cause, consistenza e odore, si pone l’accento sul fatto che l’alimentazione del bebè tramite il latte artificiale infonde alle sue feci un odore più pungente e forte rispetto alla cacca espulsa in seguito all’allattamento al seno. Inoltre, tali feci presentano un colore marrone o marrone-verdognolo e una consistenza pastosa che ricorda molto la crema americana di arachidi tostate e macinate.

Hosting wordpress a 1€ Hualma